VERONA – Con grande fatica e centoventi minuti di lotta il Verona supera il primo turno dei play-off di Serie B. La squadra di Aglietti batte 4-1 il Perugia, “ripescato” per la fase finale a seguito della retrocessione del Palermo decisa dai giudici sportivi, e si qualifica per le semifinali: mercoledì prossimo gli scaligeri ospiteranno il Pescara nel match di andata. Sotto la pioggia del Bentegodi la sfida tra Verona e Perugia è equilibrata. Nella prima mezz’ora le due squadre si studiano, poi nel giro di tre minuti gli uomini di Nesta creano tre ottime opportunità: le prime due con l’impreciso Kouan, la più grande invece con Sadiq, che beffa Empereur ma poi si fa ipnotizzare da Silvestri. Al 41′, alla prima vera occasione, il Verona passa in vantaggio: Di Carmine è rapido nello stoppare il cross basso dalla destra e nel calciare di sinistro, tiro imparabile per Gabriel. Il Perugia reagisce immediatamente, Verre ci prova dai venti metri creando qualche problema a Silvestre e si ripete a inizio ripresa ma stavolta trova la respinta di Dawidowicz.

Dal suo canto il Verona è più pericoloso rispetto al primo tempo: un involontario tacco di Laribi sul tentativo di Zaccagni costringe agli straordinari Gabriel, che deve ripetersi poco dopo su Di Carmine, presentatosi solo in area di rigore. Dall’altra parte ci prova Vido. La partita resta aperta e neppure l’incomprensibile seconda ammonizione sventolata dal signor Pezzuto a Kouan frena il Perugia, rimasto in dieci. Di occasioni vere non ce ne sono fino al 86′, quando Gabriel nega il raddoppio al neo entrato Lee. Poi, pochi secondo dopo, Henderson stende Vido in area e regala agli umbri il rigore del pareggio, trasformato dallo stesso attaccante cresciuto nel Milan. Nel lunghissimo recupero il Verona avrebbe l’occasione per chiudere i giochi, ma Gabriel devia sulla traversa il tap-in vincente del nuovo entrato Pazzini. E allora si va ai supplementari, aperti da una girata imprecisa dello stesso attaccante toscano.

Il gol del Verona arriva comunque al minuto 101: corner battuto in fretta e potente sinistro di Empereur dal limite dell’area che finisce all’incrocio. Il Perugia non ha più la forza per reagire e alza bandiera bianca di fronte alla doppietta di Pazzini nei minuti finali del secondo tempo supplementare: in semifinale va il Verona, come da pronostico, ma con tanta fatica nelle gambe in vista della doppia sfida col Pescara.

 


L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/sport/serie-b/rss2.0.xml