PIACENZA – È una domenica surreale quella che ha visto come protagonista il Pro Piacenza. La squadra emiliana, obbligata a tornare in campo dalla Figc e dalla Lega Pro per non incappare nella quarta rinuncia e, di conseguenza, nell’esclusione dal campionato (come accaduto al Matera) ha deciso di prendere una decisione controversa: ha presentato soli sette ragazzini in distinta e, in assenza dello staff tecnico, un capitano diciannovenne come allenatore.

Alle 15.20 la gara è perciò iniziata regolarmente, in 11 contro 7, malgrado avesse ormai assunto i contorni di una farsa. Non a caso, dopo 25 minuti il Cuneo era già in vantaggio per 10-0.

 




SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/sport/serie-b/rss2.0.xml