SI è ucciso Alberto Rizzoli, nipote del fondatore della casa editrice


SI è ucciso Alberto Rizzoli, nipote del fondatore della casa editrice
Alberto Rizzoli 

L’imprenditore si è sparato un colpo di pistola. Inutili i tentativi di soccorso e il trasporto al Policlinico di Pavia

Alberto Rizzoli, 74 anni, nipote di Angelo, fondatore della casa editrice di famiglia si è tolto la vita sparandosi un colpo di pistola alla Garzaia di Villarasca, l’osai naturale di cui era stato propietario a Rognano, nel Pavese. Il suo corpo è stato scoperto dal guardiacaccia della tenuta che ha tentato di soccorrerlo e che ha chiamato il 118. Il decesso è avvenuto poco dopo il ricovero al Policlinico San Matteo di Pavia. Secondo le prime informazioni sembra che l’estremo gesto sia legato a problemi di salute.

22 febbraio 2019 – Aggiornato alle



SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml