“A giugno arriva in dotazione delle forze dell’ ordine la pistola elettrica”. Lo annuncia il ministro dell’interno Matteo Salvini in occasione della convention del partito nel Lazio dove chiarisce anche che non sarà ospite della trasmissione di Fabio Fazio: “Le regole della par condicio prevedono che da Fazio ci debbano andare i 4 leader: penso che per coerenza e rispetto agli italiani io da Fazio non ci andrò a meno che non si dimezzi lo stipendio”.

in riproduzione….

La sperimentazione erà già partita lo scorso settembre in dodici città italiane, ma da giugno tutte le forze dell’ordine avranno nella fondina l’arma ad impulsi elettrici che blocca per alcuni secondi i movimenti di chi ne viene colpito. Dopo un iter partito nel 2014, il decreto per l’ok alla sperimentazione, affidata a polizia, carabinieri e guardia di finanza, era stato firmato lo scorso luglio e aveva coinvolto le città di Milano, Napoli, Torino, Bologna, Firenze, Palermo, Catania, Padova, Caserta, Reggio Emilia, Genova e Brindisi.

rep

La pistola elettrica sarà affidata a polizia, carabinieri e guardia di finanza, ma dopo che diversi comuni hanno chiesto l’estensione anche ai vigili urbani, nel decreto sicurezza è stata inserita la possibilità per i comuni italiani oltre i 100mila abitanti di dotare gli agenti di polizia locale di pistole.


L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml