“Negro, vieni qui che ti ammazzo”. Ha avuto paura Lamin, diciannovenne del Gambia, che da cinque anni vive a Siracusa. Ieri sera aveva appena finito di lavorare nel negozio di telefonia in cui è dipendente, in via Demostene, quando un uomo ha cominciato a insultarlo. A un certo punto l’aggressore ha tirato fuori dalla cintura dei jeans un coltello e lo ha inseguito. “Negro di merda”, continuava dire l’uomo, un trentenne di Siracusa.

Lamin è scappato e ha fatto in tempo a chiamare il 113 che è intervenuto con una pattuglia. “Negro di merda, vattene al tuo Paese”, ha continuato a dire l’uomo, anche dopo l’intervento degli agenti che lo hanno portato in questura. E’ un trentenne, sconosciuto al ragazzo, ed è stato denunciato. 


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml