Spaccio e usura, nuovo blitz contro i Casamonica


Coinvolte anche esponenti delle famiglie Spada e Di Silvio, tra cui 7 donne

ROMA. Ventitrè arresti è il bilancio del nuovo bltz nei confronti del clan Casamonica. Si chiama operazione “Gramigna bis”. Gli indagati sono ritenuti responsabili, a vario titolo, di estorsione, usura, intestazione fittizia di beni, spaccio di stupefacenti. Reati in buona parte commessi con l’aggravante del metodo mafioso. I militari del Comando provinciale di Roma stanno eseguendo 23 misure cautelari, emesse dal gip di Roma su richiesta della procura di Roma, nei confronti di appartenenti alle famiglie Casamonica, Spada e Di Silvio, tra cui 7 donne.

15 aprile 2019 – Aggiornato alle



SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml