FERRARA – Gol e spettacolo al Paolo Mazza di Ferrara: Spal-Empoli finisce 2-2, un pareggio giusto tra due squadre in lotta per la salvezza che tuttavia hanno giocato un calcio spettacolare. Mattatore Jasmin Kurtic, autore di una doppietta che ha aperto e chiuso la gara: nel mezzo la rimonta toscana con Caputo e Krunic. Buon punto soprattutto per i padroni di casa, arrivato in inferiorità numerica (rosso diretto ad inizio ripresa a Cionek) che permette ai ragazzi di Semplici di tenere in classifica un punto di vantaggio sugli azzurri.

INIZIO SPETTACOLARE – Formazioni a specchio con un doppio 3-5-2: Semplici ritrova Vicari al centro della difesa, in attacco con Petagna c’è capitan Antenucci. Iachini conferma gli 11 che hanno battuto l’Atalanta puntando ancora sul giovane Traore (ne sentiremo parlare) e La Gumina. Non passano nemmeno 4 minuti e l’Empoli, approfittando di una difesa troppo molle della Spal, ha subito due grosse occasioni: clamorosa quella di La Gumina che manda alto dagli sviluppi di un corner. Ma proprio dalla bandierina, un minuto dopo, Kurtic taglia perfettamente sul primo palo e fulmina Provedel. I toscani però sembrano più tonici a centrocampo, in particolare Krunic che al 24′ trova un magico filtrante per Caputo che, di fronte a Gomis, non sbaglia: è il settimo gol in campionato per il bomber azzurro (potevano essere 9 se fosse stato più preciso nei rigori). Poco prima dell’intervallo ancora Krunic disegna una strepitosa traiettoria da oltre 25 metri, Gomis parte in ritardo e non può fare altro che vedere la palla insaccarsi in rete. Una fantastica perla del centrocampista bosniaco.

ROSSO A CIONEK – A inizio ripresa dopo appena 4′ Cionek abbatte La Gumina lanciato in contropiede: per l’arbitro Mazzoleni è chiara occasione da gol, rosso diretto al difensore dei ferraresi. Semplici passa allora alla difesa a 4 arretrando Lazzari e Fares nel ruolo di terzini. L’Empoli cerca di approfittarne con il colpo del ko ma Gomis si immola su Caputo, ben servito dal solito Krunic, e poi ancora il portiere senegalese evita il 3-1 a Bennacer con una velenosa rasoiata all’angolino.

KURTIC SHOW – La Spal, nonostante l’inferiorità numerica, non si dà per vinta e, dopo un cross pericoloso dalla sinistra di Kurtic non sfruttato dagli attaccanti, al 68′ trova il nuovo pari nuovamente con Kurtic: Petagna (che stava per essere sostituito da Paloschi) lancia sulla destra Lazzari che è assolutamente imprendibile, cross perfetto per lo stacco di testa del centrocampista sloveno che vale il nuovo pareggio. Iachini dà nuova linfa all’attacco inserendo Mchedlidze e Zajc ma l’occasione d’oro capita ancora a Caputo: l’ottimo Gomis dice di no con i pugni. Negli ultimi 10′ il ritmo cala – inevitabilmente dopo una partita dai grandi ritmi – e succede poco fino al triplice fischio di Mazzoleni. Per come si era messa è un ottimo punto per la Spal, che sale a 13, uno in più dell’Empoli che allunga così la striscia positiva.

SPAL (3-5-2): Gomis 6,5; Cionek 4,5, Vicari 5, Felipe 5; Lazzari 7, Schiattarella 5,5, Kurtic 7,5, Missiroli 5,5 (30’st Luiz Everton 6), Fares 6; Petagna 6 (23′ st Paloschi 5,5), Antenucci 5 (39′ st Valoti sv). In panchina: Milinkovic-Savic, Poluzzi, Djourou, Floccari, Bonifazi, Valdifiori, Dickmann, Costa, Viviani. Allenatore: Semplici.
EMPOLI (3-5-2): Provedel 6; Veseli 6, Silvestre 6, Maietta 6,5; Di Lorenzo 6, Krunic 7,5 (29’st Zajc 6), Bennacer 6.5, Traore 6.5, Pasqual 6; La Gumina 6.5 (27′ st Mchedlidze 5.5), Caputo 7. In panchina: Terracciano, Brighi, Rodríguez, Antonelli, Acquah, Capezzi, Marcjanik, Rasmussen, Ucan, Mraz. Allenatore: Iachini.
ARBITRO: Mazzoleni di Bergamo.
RETI: Kurtic al 6′, Caputo al 24′, Krunic al 43′ e Kurtic al 68′.
AMMONITI: Maietta Felipe, Krunic, Schiattarella, Kurtic, Mchedlidze.
ESPULSO: Cionek
ANGOLI: 9-4 per la Spal.
RECUPERO: 2′ e 3′.


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/sport/serie-b/rss2.0.xml