FERRARA – Un punto importante per entrambe le squadre che muovono la classifica forse in modo decisivo verso la salvezza. Spal e Genoa si dividono la posta in palio con i ferraresi in vantaggio nel primo tempo grazie a Felipe, mentre nella ripresa entra Lapadula che firma la sua prima rete stagionale in campionato.

La traversa ferma Kouamè

Semplici schiera un 3-5-2 con Petagna e Floccari in attacco; sugli esterni Lazzari e Fares con Murgia, Missiroli e Kurtic in mezzo al campo. Difesa a tre composta da Bonifazi, Vicari e Felipe. Medesimo modulo per Prandelli che davanti si affida a Pandev e Kouame. A centrocampo Lerager, Radovanovic e Mazzitelli con Lazovic e Criscito esterni. In difesa Gunter, Romero e Zukanovic. Parte meglio il Genoa che ha subito due occasioni con Kouamè: prima un lancio lungo lo fa scattare ma, una volta in area, calcia male spedendo la palla sul fondo. Al 13′ la più grande chance: splendido lancio di Gunter che smarca l’ivoriano che in area supera Viviano con un pallonetto di destro ma la traversa dice di no.

Zuccata vincente di Felipe

Passano i minuti e la Spal prende campo, mentre il Genoa arretra il baricentro e soffre. Per due volte Floccari potrebbe concludere ma perde l’attimo giusto. Al minuto 35 cross di Lazzari e colpo di testa di Murgia con Radu che salva in angolo. Si batte il corner, Vicari sul primo palo prolunga la palla di testa e poi sempre di testa Felipe fa centro per l’1-0 dei ferraresi. Il Genoa soffre e Prandelli perde anche Mazzitelli per un infortunio muscolare: al suo posto entra Rolon. Nel finale del primo tempo ci prova anche Fares ma Radu è attento e salva i suoi dal 2-0.

Lapadula entra e pareggia

A inizio ripresa Prandelli cambia Gunter con Lapadula per un Genoa più offensivo. E il Grifone torna in campo deciso a pareggiare e attacca fin da subito. Ci prova Pandev ma la sua conclusione è un passaggio a Viviano. Al 56′ invece arriva il pari: lancio lungo in area, rimpalli su rimpalli e poi con un sinistro Lapadula fa rimbalzare la sfera a terra superando Viviano con una sorta di pallonetto. Gol casuale ma importante perché è il primo in campionato firmato dall’ex milanista che sembra finalmente aver superato i guai fisici. E’ un buon momento per gli ospiti che ci provano anche da fuori con Kouamè e Criscito, ma senza trovare il raddoppio. La Spal si rivede nella seconda parte della ripresa quando Kurtic stacca e supera Radu ma Romero salva sulla linea. Dopo tre minuti di recupero le squadre possono festeggiare un prezioso punto.

Spal-Genoa 1-1 (1-0)
Spal (3-5-2): Viviano; Bonifazi, Vicari, Felipe (13’st Regini); Lazzari, Murgia, Missiroli, Kurtic, Fares; Petagna (40’st Paloschi), Floccari (27’st Antenucci). In panchina: Costa, Spina, Schiattarella, Valoti, Rizzo, Pinna, Valdifiori, Poluzzi, Fulignati, Gomis. Allenatore: Semplici
Genoa (3-5-2): Radu; Gunter (1’st Lapadula), Romero, Zukanovic; Lazovic, Lerager, Radovanovic, Mazzitelli (40’pt Rolon), Criscito; Pandev (23’st Biraschi), Kouamè. In panchina: Lakicevic, Pereira, Pezzella, Schafer, Bessa, Dalmonte, Marchetti, Jandrei. Allenatore: Prandelli
Arbitro: Massa di Imperia
Reti: 36’pt Felipe; 11’st Lapadula
Ammoniti: Felipe, Vicari, Petagna, Romero, Rolon, Lapadula
Angoli: 4-2 per il Genoa
Recupero: 1′; 3′.


L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/sport/serie-b/rss2.0.xml