FERRARA –  La Spal cala il tris. Contro la Lazio arriva la terza vittoria consecutiva per gli estensi che, dopo la Roma, fanno un’altra vittima illustre e conquistano tre punti pesantissimi per lo sprint salvezza. La squadra di Inzaghi, invece, non dà continuità al colpo di domenica a San Siro e frena bruscamente nella corsa alla Champions. A decidere una sfida equilibrata e che sembrava avviata verso il pareggio a reti bianche è il Var: Guida assegna un rigore agli uomini di Semplici, trasformato con rabbia da Petagna.
 
POCO TURNOVER PER INZAGHI – Il tecnico degli emiliani preferisce Regini e Cionek a Bonifazi e Felipe in difesa, mentre Murgia ha la meglio su Valdifiori in mediana. Rispetto alla sfida di San Siro, invece, Inzaghi cambia la formazione titolare soltanto per due undicesimi, con l’inserimento di Patric e Marusic.
 
IMMOBILE SPRECA  – Preoccupato dalla facilità della Lazio di ribaltare l’azione e di colpire in contropiede, il tecnico estense decide di iniziare la sfida con prudenza. I suoi uomini fanno grande densità nella propria metà campo e per la squadra di Inzaghi trovare spazio appare subito complicato. Il lavoro difensivo della Spal rischia di essere vanificato da una lettura sbagliata di Cionek che al 7′ perde Immobile, ipnotizzato da Viviano.
 
CRESCE LA SPAL – Con il passare dei minuti i padroni di casa acquisiscono sicurezza e si affacciano in avanti con maggiore continuità. Al 24′ Floccari prova a sorprendere Strakosha con un repentino esterno destro sul primo palo, ma il portiere albanese evidenzia buona reattività. Tre minuti più tardi Lazzari spreca quella che poteva essere una ghiotta ripartenza.
 
LA LAZIO NON PUNGE – La Lazio non riesce più a pungere e sono ancora gli estensi a far venire un brivido a Inzaghi con un tiro-cross di Fares, disinnescato con difficoltà da Strakosha. Nella ripresa i capitolini provano ad alzare il baricentro, Inzaghi inserisce Caicedo per dare maggiore peso all’attacco, ma la Spal non si scompone. La Lazio non va oltre un’incursione di Leiva, vanificata dall’intervento di Viviano, e una conclusione fuori misura di Marusic, su invitante assist di Milinkovic-Savic.
 
VAR DECISIVO – Gli estensi replicano all’86’ con una rasoiata di Fares, deviata in corner da Strakosha, e poco dopo la battuta del corner confezionano l’azione che porta al rigore decisivo. Cionek finisce a terra a seguito di un contatto con Patric e Guida sembra intenzionato a concedere il rigore, ma è lo stesso giocatore della Spal a fare cenno di no, forse per paura di essere ammonito per simulazione. Il direttore di gara, condizionato dalla reazione di Cionek, estrae effettivamente il giallo, prima di essere richiamato dal Var.
 
PETAGNA NON SBAGLIA DAGLI 11 METRI – Il replay dell’azione induce l’arbitro a tornare sui suoi passi e concedere penalty: Petagna trasforma con potenza e lancia in orbita una Spal che sale a +5 sul terzultimo posto, in attesa del risultato del Bologna a Bergamo. Il forcing della Lazio nei sei minuti di recupero si rivela infruttuoso e Inzaghi mastica amaro per un ko che suona come una preziosa occasione mancata.
 
SPAL-LAZIO 1-0 (0-0)
SPAL (3-5-2): Viviano; Regini (31′ pt Felipe), Cionek, Vicari; Lazzari, Murgia (26′ st Schiattarella), Missiroli, Kurtic, Fares; Petagna, Floccari (32′ st Paloschi). In panchina: Gomis, Fulignati, Poluzzi, Bonifazi, Dickmann, Valoti, Valdifiori, Jankovic, Antenucci. All. Semplici.
LAZIO (3-5-2): Strakosha; Patric (46′ st Parolo), Acerbi, Bastos; Marusic, Milinkovic-Savic, Leiva, Luis Alberto, Lulic (32′ st Durmisi); Correa (16′ st Caicedo), Immobile. In panchina: Proto, Guerrieri, Wallace, Luiz Felipe, Romulo, Berisha, Badelj, Jordao, Cataldi. All. S. Inzaghi.
ARBITRO: Guida di Torre Annunziata.
RETI: 44′ st Petagna (rig).
NOTE: serata serena, terreno in ottime condizioni. Ammoniti: Milinkovic-Savic, Immobile, Lazzari, Paloschi, Strakosha, Durmisi, Parolo. Angoli: 2-7. Recupero 3′, 6′.

L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/sport/serie-b/rss2.0.xml