ROMA – Il tema centrale del romanzo di Lucio Valerio Sarandrea – “Aisuluu, bella come la Luna” – è quello legato alla terribile condizione delle cosiddette “spose bambine”. Un romanzo che tocca temi di grande attualità, quali l’inclusione, la violenza sulle donne e la parità di diritti. Aisuluu è una ragazza italiana che vive nella capitale ma è originaria del Kirghizistan, Asia centrale. Per il suo sedicesimo compleanno i genitori le regalano un viaggio per la sua terra di origine. Dinanzi a sconfinati ed incantevoli luoghi, prenderà coscienza, giorno dopo giorno, di se stessa, scoprendo l’essenza della morte, della paura, della famiglia e dell’amore. Aisuluu percorrerà un viaggio lungo migliaia di chilometri che la condurrà al centro della sua anima, attraverso un conflitto interiore, quasi pirandelliano, tra Luna e Aisuluu, tra la sua identità italiana e quella kighisa. Sabato 30 Marzo, alle 18, presso la libreria Mondadori, in via Piave 18, a Roma, avrà luogo la presentazione libro, alla presenza dell’autore, che attualmente ricopre la funzione di Capo del settore di protezione dei bambini presso UNICEF Kirghizistan.

L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/solidarieta/rss2.0.xml