ROMA – Il tramonto su Giove, l’alba su Urano, disegni astratti: sono alcuni dei protagonisti delle opere d’arte generate dai bot, ossia programmi autonomi che accedono ai social, pubblicate in una singolare mostra via Twitter. Sono nate dal progetto Arty Bots, nel quale una famiglia composta da 17 bot ‘artisti’ è attiva sul social network dove crea più opere al giorno e le condivide.

L’alba su Urano, a esempio, raffigura un cielo striato di nuvole dai colori pastello illuminate dalla prima luce del mattino, mentre ‘Il tramonto su Giove’ ha per protagoniste nuvole luminose di colore blu e azzurro. Entrambe le opere sono state create dal bot Arty Winds che “fa soffiare il vento attraverso i pixel di una immagine” e “disegna anche nuvole extraterrestri”. Ognuno dei bot ‘artisti’ attivi su Twitter è estremamente specializzato, o nello stile o nei soggetti che rappresenta.

Arty Petals, a esempio, crea solo immagini di fiori sovrapposti fatti di migliaia di petali colorati, mentre ArtyMash crea composizioni ottenute mixando fotografie scaricate liberamente da internet. Anche Arty Tiles parte da una foto e la scompone nelle tessere di un mosaico, mentre Arty Letters prende le immagini e le converte in griglie di lettere basate sui colori dei loro pixel. Inoltre, c’è chi crea frattali generati casualmente, chi crea immagini combinando triangoli e chi dipinge arte astratta come l’opera ‘Untitled #7369’, nella quale un disegno geometrico che si ripete è attraversato da bande di luce. ArtyShapes invece crea opere assemblando figure geometriche come ‘L’età della meraviglia’, nella quale si intrecciano forme sinuose di varie tonalità.


Noi non siamo un partito, non cerchiamo consenso, non riceviamo finanziamenti pubblici, ma stiamo in piedi grazie ai lettori che ogni mattina ci comprano in edicola, guardano il nostro sito o si abbonano a Rep:.
Se vi interessa continuare ad ascoltare un’altra campana, magari imperfetta e certi giorni irritante, continuate a farlo con convinzione.

Mario Calabresi
Sostieni il giornalismo
Abbonati a Repubblica


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/tecnologia/rss2.0.xml