Sub disperso nel lago di Garda: tentava il record di profondità


Continuano le ricerche dell’uomo, un polacco che puntava al primato dell’immersione con bombole a oltre 300 metri

Un sub polacco è disperso nel lago di Garda dove si era immerso per tentare di battere un record  di immersione con bombole. Partito dalla spiaggia del campeggio Garda a Limone (Brescia) nella serata di ieri, con l’obiettivo di arrivare a una profondità di oltre 300 metri, l’uomo non ha più fatto ritorno. Dalla notte sono in corso le ricerche del sub, che avrebbe stabilito un record di profondità nei giorni scorsi . Al momento ci sono unità dei Vigili del Fuoco di Salò e di Riva del Garda, che operano da terra e da riva, oltre all’elicottero fatto giungere da Varese. Guardia Costiera e Volontari del Garda stanno perlustrando le acque del Benaco, mentre si attende l’arrivo anche dei sommozzatori dei Vigili del Fuoco di Milano.
Un anno fa sempre al lago un altro sub polacco, Waclaw Lejko, 38 anni, era morto mentre cercava di compiere un record al largo del porto di Tremosine.

14 ottobre 2018 – Aggiornato alle







SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml