Un bracconiere impegnato in Sudafrica in una caccia illegale al rinoceronte nel Kruger Park, è stato travolto da un elefante ed è morto. Il suo cadavere è stato divorato da un branco di leoni.

E’ questa la ricostruzione fatta dai ranger, come riferisce l’autorità dei parchi nazionali, che hanno trovato i resti e identificato l’uomo dopo che la famiglia della vittima, martedì, era stata informata da altri cacciatori probabilmente presenti durante la battuta illegale.

La polizia ha raggiunto l’area e avviato le ricerche, ma solo giovedì è riuscita ad individuare i resti del bracconiere. Gli altri quattro cacciatori di frodo, tra l’altro, sono stati arrestati mercoledì. “Entrare illegalmente e a piedi nel Kruger Park non è molto intelligente. Ci sono tanti pericoli e questo incidente lo dimostra”, ha detto Glenn Phillips, direttore del Kruger.

Nel parco sudafricano, dove vivono tutti e cinque gli animali simbolo della natura selvaggia africana (elefante, rinoceronte, leone, leopardo e bufalo cafro), quella del bracconaggio continua a essere una piaga. I cacciatori di frodo cercano soprattutto il corno dei rinoceronti per il quale c’è sul mercato illegale una grande richiesta che viene principalmente dall’Asia. Proprio pochi giorni fa all’aeroporto di Hong Kong è stato sequestrato il più grosso carico di corni di rinoceronte degli ultimi 5 anni, valutato qualcosa come 2 milioni di dollari.


L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/ambiente/rss2.0.xml