PESCARA – Una scossa di terremoto è stata avvertita intorno alle 9.15 all’Aquila, Avezzano (L’Aquila), a Campotosto e nei comuni limitrofi, ma anche in zone più lontane dell’Abruzzo come Pescara. La scossa, registrata da Ingv alle 9:09, è stata di magnitudo 3.4 con epicentro 2 km a sud est di Pizzoli (L’Aquila) e profondità di dieci chilometri. Al momento non si segnalano danni. Gli studenti di alcune facoltà dell’università dell’Aquila – e quelli di alcuni istituti scolastici – come pure il personale del Palazzo di Giustizia del capoluogo, sono usciti dall’edificio interrompendo le lezioni.

Il sindaco dell’Aquila, Pierluigi Biondi, rende noto che non sono pervenute segnalazioni di danni a persone o cose alla sala operativa del Comune dell’Aquila, al Comando dei Vigili del Fuoco e all’Ufficio scolastico provinciale a seguito della scossa. “Le scuole del territorio comunale e l’Università – si legge in una nota del sindaco – hanno attivato le procedure previste dai rispettivi piani di emergenza. L’ospedale regionale San Salvatore ha proseguito regolarmente le sue attività”.

Due lievi scosse sempre in mattinata sono state registrate invece in Valle d’Aosta.  Secondo quanto riferisce la presidenza della Regione il sisma è avvenuto a 8 chilometri ad Ovest di Saint-Rhémy-en-Bosses. Una prima scossa alle 9,30 pari a magnitudo 2.8, e un’altra alle 10,02 con magnitudo 2.1, entrambe ad una profondità di 10 chilometri. La Cus, Centrale Unica del Soccorso, non segnala danni a cose e a persone.
 


La Repubblica si fonda sui lettori come te, che ogni mattina ci comprano in edicola, guardano il sito o si abbonano a Rep:. È con il vostro contributo che ogni giorno facciamo sentire più forte la voce del giornalismo e la voce di Repubblica.

Mario Calabresi
Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml