ROMA – “Vogliamo vederci chiaro sui disagi che si sono verificati negli ultimi giorni sulla Autostrada del Brennero. È infatti già in corso un’ispezione per verificare che il concessionario sia intervenuto adeguatamente per garantire la sicurezza degli utenti, come prevede la convenzione”. Così il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, Danilo Toninelli, il giorno dopo la chiusura di un tratto della A22, in direzione nord tra Chiusa e Vipiteno, a causa della neve. La strada è stata riaperta alle 23 di ieri notte, dopo circa 12 ore durante le quali gli automobilisti sono rimasti incolonnati.  

In una nota il ministro Toninelli ricorda anche la concessione è scaduta da anni e si è a un passo dal rinnovo. “Per la gestione dell’A22 la concessione è scaduta da anni e vogliamo rinnovarla con una gestione totalmente pubblica e più conveniente per i territori e per chi viaggia. Nonostante ciò l’attuale concessionario, la cui gestione non si può dire sia stata soddisfacente in questi giorni, e che in questi anni di proroga ha continuato a godere di ricchi profitti, ha fatto ricorso contro la rivoluzione che stiamo mettendo in atto”.

“Una scelta incomprensibile, a meno che la si legga alla luce del tentativo di continuare a guadagnare con gli enormi dividendi di una concessione che non vorrebbero finisse mai. Ma noi non ci fermeremo – conclude – siamo convinti della rivoluzione nella gestione delle autostrade che stiamo portando avanti. Una rivoluzione che garantirà pedaggi più bassi ed equi, servizi migliori e utili reinvestiti sul territorio”.

 


La Repubblica si fonda sui lettori come te, che ogni mattina ci comprano in edicola, guardano il sito o si abbonano a Rep:. È con il vostro contributo che ogni giorno facciamo sentire più forte la voce del giornalismo e la voce di Repubblica.

Mario Calabresi
Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml