TORINO – Un gol di Izzo in mischia a fine primo tempo, il bis di Iago Falque dopo trenta secondi della ripresa: l’uno-due granata abbatte la resistenza di una Atalanta bella solo per un tempo, e permette al Toro di sentire profumo d’Europa, agganciando i bergamaschi a quota 38 punti in classifica. Nel pre-partita c’è spazio per la nostalgia: in campo c’è Clara Mondonico, il ricordo di papà Emiliano – a quasi un anno dalla scomparsa – unisce i tifosi granata e nerazzurri storicamente divisi da una acerrima rivalità.

Mazzarri propone tre cambi rispetto alle ultime settimane: dentro Baselli, Iago Falque e Meité che in avvio fa quasi il trequartista alle spalle di Belotti. Ma a pesare sono soprattutto le assenze bergamasche: l’Atalanta parte bene ma paga anche il guaio muscolare che, dopo il quarto d’ora, taglia fuori Gosens sostituito dal giovanissimo talento Dejan Kulusevski, classe 2000. Al 23′ l’Atalanta sfiora due volte il vantaggio su palla persa da Baselli: prima Ilicic calcia forte di destro e chiama Sirigu alla respinta, poi Castagne di testa non trova il palo lontano. La partita è vivace e ricca di capovolgimenti di fronte, e al 36′ arriva il break di Meité che ruba palla e dal limite sfiora la traversa di destro. Poi, al 42′, su azione di corner Iago Falque tira da pochi metri, Berisha respinge, la palla deviata da Pasalic finisce a Izzo che non ci pensa su due volta e segna il gol del vantaggio. In avvio di ripresa, il Toro dà scacco matto: azione che parte da sinistra con Meité, tocco di Belotti per Iago Falque che raddoppia. Il secondo gol incassato è una mazzata per i bergamaschi che smarriscono le proprie certezze.

Da quel momento, infatti, l’Atalanta non spinge con la veemenza del primo tempo e il Toro non fatica più di tanto a portare a casa una vittoria che vale oro. Lo dimostra il fatto che l’unico spunto di Zapata arriva quasi allo scadere: per una volta Nkoulou è saltato, ma Sirigu dice no e conserva la porta inviolata per la quinta partita consecutiva. Prima della fine c’è spazio anche per Vincenzo Millico: il ragazzino terribile, che in Primavera segna a raffica, entra al posto di Baselli e debutta in serie A.

TORINO-ATALANTA 2-0 
TORINO (3-5-2):
Sirigu – Izzo, Nkoulou, Moretti – De Silvestri, Baselli (47’ st Millico), Lukic, Meité (21’ st Ansaldi), Aina – Iago Falque (36’ st Berenguer), Belotti. All. Mazzarri.
ATALANTA (3-5-2): Berisha – Mancini, Djimsiti, Masiello – Hateboer, Castagne (35’ st Reca), Pasalic, Gosens (19’ Kulusevski, 26’ st Barrow), Freuler – Ilicic, Zapata. All. Gasperini.
ARBITRO: Orsato.
RETI: 42’ Izzo, 1’ st Iago Falque. 
NOTE. Ammoniti: Castagne, Nkoulou. Spettatori 20 mila circa.


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/sport/serie-b/rss2.0.xml