TORINO – I due volti di Simone Zaza. L’attaccante granata nel primo tempo non entra mai in partita e non tocca letteralmente palla per 29’24”; eppure nella ripresa gli basta un guizzo per il tocco decisivo. Potrebbe essere il gol decisivo per matare il Cagliari e spingere il Toro verso l’Europa; invece venti minuti dopo Zaza manda al diavolo l’arbitro e si becca il cartellino rosso che costringe il Toro in dieci mentre Pavoletti segna di testa il gol del pareggio, prima annullato per fuorigioco e poi concesso dal Var. Torino-Cagliari finisce quindi in parità: 1-1 con tre espulsi, visto che vengono cacciati nel finale anche Pellegrini e Barella, oltre al tecnico granata Mazzarri.

Pronti via, l’arbitro Irrati (che fra primo e secondo tempo recupererà dieci minuti) fa capire il metro della partita: due minuti due ammoniti, Barella e Rincon. Poi, al 6′, la prima iniziativa è del Cagliari con Pellegrini che centra per Joao Pedro, ma il colpo di testa è alto. La replica granata arriva con Baselli che chiama alla prima parata vera Cragno. All’11’ si mette in luce Ionita che si libera al limite e scaglia uno splendido mancino che si stampa sulla traversa. E Zaza? Commette il primo fallo, al 19′, senza aver ancora toccato palla, visto che il primo pallone lo tocca dopo 29’24”, quasi un record mondiale. I ritmi in campo sono bassi, lo spettacolo latita e al 40′ arriva il primo cambio, forzato: De Silvestri prende un duro colpo al naso e lascia il posto ad Aina.

In avvio di ripresa Meité di testa chiama Cragno alla deviazione, mentre dalla parte opposta è Pavoletti a mettere i brividi a Sirigu. Poi arriva il gol di Zaza che spariglia la partita; da quel momento è il Cagliari a dover spingere per cercare il pareggio e al 25′ Pavoletti di testa chiama alla respinta Sirigu. Al 28′ arriva il rosso a Zaza, prima del pareggio di Pavoletti che incorna il cross di Cigarini: l’assistente Gori alza la bandierina, Irrati annulla per fuorigioco, ma al Var il gol viene convalidato. Una decisione che fa saltare i nervi a Mazzarri, espulso per la quinta volta dall’inizio del campionato. Nel finale c’è il debutto in Serie A di Vitalie Damascan: il giovane attaccante moldavo della Primavera del Toro subentra a Rincon, con Baselli che sfiora il gol della vittoria su punizione, mentre il Cagliari sfiora il vantaggio prima con un bel destro di Cigarini che Sirigu respinge in angolo, poi con Cerri che sfiora la zampata vincente nel recupero da sette minuti.

TORINO-CAGLIARI 1-1 (0-0)
TORINO
(3-4-2-1): Sirigu – Izzo, Nkoulou, Moretti – De Silvestri (40’ pt Aina), Meité, Rincon (42’ st Damascan), Ansaldi – Baselli, Berenguer (28’ st Parigini) – Zaza. All. Mazzarri.
 CAGLIARI (4-3-1-2): Cragno – Padoin, Pisacane, Klavan, Pellegrini – Faragò, Cigarini, Ionita (28’ st Birsa) – Barella – Joao Pedro (21’ st Cerri), Pavoletti (40’ st Lykogiannis). All, Maran.
ARBITRO: Irrati.
RETI: 7’ st Zaza, 30’ st Pavoletti.
NOTE. Espulsi: 28’ st Zaza, 33’ st Mazzarri, 37’ st Pellegrini, 96’ st Barella. Ammoniti: Barella, Rincon, Faragò, Berenguer, Padoin, Pellegrini, Pisacane
Spettatori 20 mila circa.


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/sport/serie-b/rss2.0.xml