Il titolo dell’incontro era rassicurante: “I giovani di oggi nell’Europa di domani”. All’istituto commerciale Sommeiller si sarebbe dovuto parlare di Erasmus e di tutte le opportunità che l’Ue offre ai giovani. Peccato che a promuovere l’incontro con gli studenti della scuola superiore torinese sia stato Danilo Oscar Lancini, deputato europeo della Lega, che ha approfittato dell’evento per alcune considerazioni contro i migranti e contro l’accoglienza indiscriminata.

I ragazzi che hanno partecipato raccontano di in intervento molto più simile a un comizio che a un incontro informativo sulle chance offerte dall”Europa. E alcuni genitori riferiscono di come Lancini abbia pure distribuito copie di “Migrant crime wave”, un libretto dell’europarlamentare Janice Atkinson che tenta di argomentare sul fatto che l’immigrazione causi l’aumento dei crimini e degli stupri.

Ma le parole e i toni dell’intervento di Lancini hanno spiazzato anche i rappresentanti della Camera di Commercio, dell’Unione indistriale e dell’Api Torino che partecipavano all’evento.
Studenti, mamme e papà si sono indignati e hanno sollevato la polemica, che sfiora anche il preside Gianni Paciariello, che ha avallato l’incontro chiedendo il coinvolgimento di decine di studenti in incontro che, tra l’altro, si è svolto mercoledì, il giorno prima della simulazione della maturità. Lancini, 53 anni, bresciano, era già diventato famoso quando era sindaco di Adro, in Lombardia, e tappezzò la scuola del paese di simboli leghisti. Riguardo all’incontro con gli studenti del Sommeiller si è difeso così: “Si è parlato di Europa ma poi ho detto quello che pensiamo io e la Lega, in maniera chiara ed esplicita. Ma non ho mai detto ai ragazzi di votate il mio partito”.


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml