“Nel mondo degli adulti sorgono delle barriere: sono sono i pregiudizi verso gli altri e l’ostilità preconcetta verso gli altri popoli e le altre etnie. I pregiudizi e le ostilità preconcette sono una cosa priva di senso. Bisogna capire l’irrazionalità di questo atteggiamento e lavorare per abbattere queste barriere”. Così il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, nel dialogo di questo pomeriggio con i bambini e i ragazzi ospiti dell’Arsenale della Pace fondato da Ernesto Olivero a Torino. 

Dai bambini frequentatori della comunità fondata da Ernesto Olivero il presidente della Repubblicaha ricevuto la cittadinanza onoraria alla città immaginaria di ‘Felicizia’. “Mi sento onorato, ‘felicizia’ è un bel nome, felicità e amicizia sono gli ingredienti che rendono la vita degna di essere vissuta, e non sono separabili”, ha detto il capo dello Stato, “spero che riusciate a diffondere ‘felicizia’ come criterio, dappertutto. Felicizia ovunque”.

Al discorso contro le barriere e i pregiudizi verso gli altri Mattarella era arrivato parlando di guerra e di pace: “Dobbiamo preparare la pace costruendola costantemente. È possibile. Nel mondo ci sono tante guerre, ostilità tra Paesi e popoli, questo perchè si è abituati a pensare in termini di guerra, bisogna invece diffondere una mentalità di pace. Gli antichi romani dicevano ‘se vuoi la pace prepara la guerra’, ma dobbiamo capovolgere quell’antico detto: se vuoi la pace devi preparare la pace”. E ancora: “La guerra è irrazionale, non c’è una ragione per cui avvenga: per quanto nei libri di storia si cerchi di spiegare, non è mai sufficiente”

 


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml