TORINO – Il primo Toro dell’anno senza Belotti (e Iago Falque) va all’assalto del Cagliari. Domani all’ora di pranzo il tecnico granata Mazzarri si affida a Zaza e confida sulla spinta del pubblico.

Walter Mazzarri, come presenta il Cagliari?
“Il Cagliari gioca bene, è stato bravo Maran a dare identità alla squadra. Bisognerà cercare di non farli giocare, e poi essere più concreti sotto porta”.
Contro le squadre più abbordabili avete spesso sofferto. E’ un problema in più?
“Questo è un campionato difficile e molto equilibrato. Se non fai gol subito spesso le avversarie si chiudono e diventa tutto più complicato. Anche perché noi non siamo cinici e per fare gol dobbiamo creare tanto. E questa è una costante della nostra stagione”.
Domani conterà anche sulla spinta del pubblico?
“I nostri tifosi saranno fondamentali. Noi abbiamo bisogno del calore del pubblico per conquistare più vittorie possibile. Perché il Grande Torino deve diventare il nostro fortino”.
La difesa del Toro è il reparto meno battuto della A nel 2019. E’ la base di partenza anche per il futuro?
“La fase difensiva è sempre una base di partenza per fare bene. Il Toro ha una fisionomia ben precisa e il mio obiettivo è che renda al massimo”.
Che cosa le lascia il fatto di non aver segnato a Parma?
“Ci insegna che dobbiamo ancora migliorare. Però io sono ben contento di quanto stiamo facendo quest’anno”.
Domani mancherà Belotti, tocca a Zaza. Come lo ha visto?
“Zaza deve stare solo tranquillo e giocare come sa. Non deve cercare di spaccare il mondo, deve solo stare calmo e non essere autolesionista come quando alza il gomito in area e si fa fischiare fallo contro. Simone sa cosa deve fare, si tratta solo di esprimere quelle qualità”.
Chi le ricorda Zaza fra gli attaccanti che ha allenato?
“Forse poteva ricordare un po’ Pandev che era mancino come lui, un po’ Pazzini che però ha caratteristiche diverse”.
Ieri ha seguito la Primavera che ha perso in finale la Coppa Italia contro la Fiorentina. Chi potrebbe inserire in rosa per la prossima stagione?
“Me ne piacciono in tanti, li sto seguendo un po’ tutti. Ad esempio l’attaccante Rauti che è già formato a livello fisico”.


L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/sport/serie-b/rss2.0.xml