TORINO –  Buona la prima per il Torino. Nonostante un secondo tempo di grande sofferenza i granata bagnano l’esordio in campionato con un pesante successo per 2-1 ai danni del Sassuolo. Decide una doppietta di Zaza, mentre agli ospiti – tornati in partita con Caputo – non basta il forcing finale per pareggiare i conti. La squadra di Mazzarri termina la benzina troppo presto e deve aggrapparsi a Sirigu per blindare il risultato. La vittoria rappresenta un’iniezione di fiducia importante in vista del ritorno dei play-off di Europa League contro il Wolverhampton, anche se adesso ci sarà da fare la conta degli indisponibili, visto che Ansaldi e Bonifazi hanno lasciato il campo per problemi muscolari, e da risolvere il caso Nkoulou.

Nkoulou si autoesclude

Mazzarri si affida al rodato 3-5-2, con Zaza e Belotti coppia d’attacco. Rincon e Ansaldi vincono i ballottaggi con Meité e Aina. Nkoulou non è neppure in panchina, dopo il colloquio con il tecnico toscano nel quale il difensore camerunese ha chiesto di non partecipare alla gara perché deconcentrato dalle voci di mercato. Tra gli emiliani, privi degli squalificati Berardi e Magnanelli, Traoré viene schierato come trequartista alle spalle di Caputo e Boga.

Zaza porta avanti il Toro

Il Torino prende in mano le redini del gioco fin dalle prime battute e chiude il Sassuolo nella sua metà campo. La supremazia granata si concretizza al 14′, quando Zaza stacca di testa deviando in rete un traversone dalla sinistra di Ansaldi. Sempre sullo stessa asse gli uomini di Mazzarri sfiorano il raddoppio al 20′: questa volta però la deviazione aerea dell’ex manca il bersaglio grosso.

Sassuolo pericoloso prima dell’intervallo

Con il passare dei minuti il Sassuolo alza il baricentro, ma l’occasione migliore è ancora di marca granata, con l’inserimento di De Silvestri sull’ennesimo cross di Ansaldi dalla corsia mancina. La palla termina fuori di un soffio. Solo nel finale del primo tempo, dopo un potente diagonale di De Silvestri respinto da Consigli, i neroverdi si affacciano in avanti con una certa pericolosità. Caputo non capitalizza una buona azione di contropiede, mentre Boga vede il suo tiro dal limite deviato in modo provvidenziale da Bonifazi.

Raddoppia Zaza

La ripresa inizia ancora nel segno del Sassuolo, vicino al pari con un colpo di testa di Obiang sventato miracolosamente da Sirigu. Nel momento migliore dei neroverdi, il Toro raddoppia: Belotti calcia da fuori e trova una carambola di Zaza, tanto fortuita quanto decisiva, che mette fuori causa Consigli. Gli emiliani sono costretti a sbilanciarsi e i granata hanno praterie per chiudere i conti, ma non ne approfittano andando soltanto vicini al tris in un paio di circostanze.

Caputo la riapre, Sirigu salva i granata

Ecco allora che la squadra di De Zerbi rientra in partita al 69′ con il tap-in vincente di Caputo dopo il palo colpito da Boga con un secco rasoterra. Il Torino è in debito di ossigeno e soffre il forcing degli avversari, a un passo dal 2-2 prima con Boga e poi con il neo entrato Raspadori. In entrambe le circostanze Sirigu ci mette una pezza, evitando anche l’autogol di Djidji con straordinaria prontezza di riflessi. Mazzarri può tirare così un sospiro di sollievo e godersi i primi tre punti stagionali.
 
TORINO-SASSUOLO 2-1 (1-0)
TORINO (3-5-2): Sirigu; Izzo, Bremer, Bonifazi (23′ st Djidji); De Silvestri, Baselli (35′ st Meité), Rincon, Lukic, Ansaldi (1′ st Aina); Zaza, Belotti. In panchina: Rosati, Gemello, Stephane Singo, Parigini, Berenguer, Millico, Rauti. All. Mazzarri.
SASSUOLO (4-3-1-2): Consigli; Toljan (23′ st Muldur), Marlon, Ferrari, Rogerio (1′ st Peluso); Bourabia, Obiang, Locatelli (36′ st Raspadori); Traoré; Caputo, Boga. In panchina: Pegolo, Russo, Tripaldelli, Goldaniga, Gravillon, Djuricic, Mazzitelli, Duncan, Brignola. All. De Zerbi.
ARBITRO: Fabbri di Ravenna.
RETI: 14′ pt Zaza; 10′ st Zaza, 24′ st Caputo.
NOTE: serata mite; terreno di gioco in buone condizioni. Ammoniti: Marlon, Ansaldi, Bremer, Bourabia, Sirigu, Obiang, Zaza. Angoli: 6-6. Recupero: 3′; 3′.

“La Repubblica si batterà sempre in difesa della libertà di informazione, per i suoi lettori e per tutti coloro che hanno a cuore i principi della democrazia e della convivenza civile”

Carlo Verdelli
ABBONATI A REPUBBLICA


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/sport/serie-b/rss2.0.xml