Torino, uno spazio giochi per i bambini in chiesa durante la messa


Nella parrocchia San Giulio d’Orta nel quartiere Vanchiglietta. L’ha voluto il parrocco don Angelo: ” È un modo per portare il loro mondo anche in chiesa, così possono seguire la messa con spontaneità”


Ognuno ha il suo posto nella parrocchia di San Giulio d’Orta nel quartiere Vanchiglietta a Torino. Sedie e banchi per fedeli adulti durante la messa e tappeti colorati per i più piccolini. È la novità che è apparsa nella chiesa nei giorni di festa, ideata dal parroco don Silvano. 
 
È uno spazio di 3 metri quadrati, recintato con giochi vari e ricoperto a terra da piastrelle di tutti i colori imbottite “così possono stare seduti e non prendere freddo – spiega don Angelo – è per i nostri bambini della scuola materna parrocchiale. Vengono a messa con i genitori e le loro casacchine colorate e ora hanno un posto tutto per loro”.
 
 I bambini della scuola infatti sono circa 120, 42 nella fascia fino a 3 anni e 100 dai 3 ai 6 e molti di loro vanno alla messa del sabato pomeriggio e della domenica mattina. Perché nella parrocchia di corso Cadore i più piccoli sono ben voluti e sono liberi di scorrazzare in giro, a volte anche sull’altare per celebrare la messa con don Silvano. Lo dicono le pareti piene di cartelloni e i disegni della natività con il presepio realizzati dai bimbi che accolgono i fedeli all’ingresso. 
 
Con l’affluenza natalizia prevista si è scelto di dedicargli un’area, con i colori e i giochi del loro asilo cosi che per loro sia naturale stare lì, mentre mamma e papà si siedono tra i banchi e li controllano. “Domenica scorsa erano 6-7 bambini, arrivano e dicono: mamma portami al mio posto. E stanno lì buoni, non piangono o gridano, non si sentono costretti, stanno tranquilli e giocano anzi non volevano andarsene. È un modo per portare il loro mondo anche in chiesa, senza separarli e per consentire loro di seguire la messa con spontaneità. Un’idea da esportare? Sarebbe bello”. 
 
 
 
 
 

03 gennaio 2019 – Aggiornato alle





SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml