ROMA. Utilizzare la potenza dell’Intelligenza Artificiale per creare un’esperienza di lettura semplificata, traducendo in tempo reale i più famosi libri per bambini in Lingua dei Segni Italiana: questo l’obiettivo di StorySign, la app di Huawei presentata lo scorso dicembre e già disponibile in 11 lingue dei segni diverse. Proprio in questi giorni è stata annunciata la disponibilità in Italia di due nuovi classici, – “Questo (non) è un leone” di Ed Vere e “Il Tuo amico Spotty” di Eric Hill – che si aggiungono a “Tre piccoli coniglietti” di Beatrix Potter.

I bambini sordi nel mondo sono circa 32 milioni e nascono prevalentemente da genitori udenti. Da una ricerca che Huawei ha realizzato in Italia risulta che nel 48% dei casi padre e madre non hanno alcuna conoscenza della Lingua dei Segni e che un bambino sordo impiega circa 70 minuti per completare una lettura con i propri genitori, rispetto ai 38 minuti di un coetaneo udente.    

“La potenza dell’Intelligenza Artificiale viene in questo modo utilizzata per migliorare la vita dei bambini sordi, offrendo un contributo concreto alle famiglie di tutta Europa”, commenta spiega Mark Wheatley, executive director dell’Unione Europea Sordi. “Forse non tutti sanno che imparare a leggere per un bambino sordo può essere più difficoltoso rispetto ad un bambino udente. La difficoltà sta proprio nella corrispondenza tra i suoni e i grafemi di questi suoni. Questa app può essere davvero utile”, spiega Pietro Celo, docente di LIS presso l’Università di Bologna.

Le storie dei libri presenti su StorySign sono raccontate da Star, avatar animato sviluppato in partnership con Aardman Animation e con il supporto degli esperti della comunità sorda europea. Utilizzare la app è semplicissimo: basta inquadrare con il dispositivo il libro desiderato perché Star cominci, in tempo reale, a tradurre in Lingua dei Segni le pagine, garantendo un’esperienza di lettura unica.

Huawei StorySign – parte del progetto “True Stories” – è scaricabile gratuitamente in 11 lingue dei segni tra Europa occidentale e Australia. Per la sua creazione Huawei ha ricevuto sette premi nel corso del Festival internazionale della creatività Cannes Lions, di cui 4 Leoni d’Oro, raggiungendo il più alto numero di premi Leoni di Cannes mai assegnati a qualsiasi brand cinese. Il colosso della tecnologia recentemente ha donato 500mila dollari all’Unione Europea Sordi, soldi che andranno a finanziare progetti che vedranno vita nel 2019 in tutta Europa.
 


L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/solidarieta/rss2.0.xml