Un base jumper norvegese di 47 anni è morto questa mattina dopo essere precipitato nell’area del monte Brento, nel Trentino meridionale, sopra l’abitato di Dro, un sito caro agli amanti di questo sport estremo e già purtroppo teatro di diverse tragedie. 

L’uomo attorno alle 7 si è lanciato con il suo parapendio dal becco dell’Aquila sopra l’abitato di Dro e, per cause in corso di accertamento da parte dei carabinieri, si è schiantato nel fiume Sarca. Sul luogo del ritrovamento del corpo, all’altezza del Gaggiolo, sono arrivati i soccorritori con due ambulanze e l’elicottero di Trentino Emergenza ma per il base jumper scandinavo non c’è stato nulla da fare. e, per cause in corso di accertamento da parte dei carabinieri, si è schiantato nel fiume Sarca. Sul luogo del ritrovamento del corpo, all’altezza del Gaggiolo, sono arrivati i soccorritori con due ambulanze e l’elicottero di Trentino Emergenza ma per il base jumper scandinavo non c’è stato nulla da fare.


L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml