Il ministro bacchetta il governo precedente: aveva convinto la Ue con promesse “poco realizzabili”. Poi riconosce: “Senza rispetto delle regole europee, rischio di effetti negativi sul debito”


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/economia/rss2.0.xml