È finita in tragedia una lite tra giovanissimi, scoppiata alcuni giorni fa a Udine, apparentemente per motivi futili. Un ragazzo di origini albanesi, maggiorenne da due mesi, accoltellato al fianco questo pomeriggio in parco della città friulana, è morto poco dopo il suo arrivo in ospedale nonostante un intervento di urgenza eseguito dai medici nel tentativo di salvargli la vita. L’aggressore è un minorenne anche lui di origine albanese, ospite in una struttura di accoglienza della zona, e ora ricoverato per una leggera ferita alla spalla procuratagli dalla vittima in un estremo tentativo di difendersi.

Secondo una prima ricostruzione la lite tra i due ragazzi, che andava avanti da qualche giorno, è degenerata oggi in un parco pubblico nel quartiere di San Domenico. L’aggressore sarebbe arrivato al parco già armato di un coltello e avrebbe aggredito il giovane connazionale nonostante fossero presenti altre persone, tra cui il fratello gemello della vittima. Il diciottenne, dopo un periodo passato in una struttura di accoglienza era stato affidato a una famiglia residente in provincia di Udine. La Polizia sta ora sentendo le persone che hanno assistito all’episodio. Del fatto è stata avvisata la procura per i minorenni di Trieste.


L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml

Caffeshop