ROMA – Un nucleo di aria fredda proveniente dai Balcani nelle prossime ore scivolerà sul Centro-Sud, dove porterà di nuovo venti intensi e nevicate fino a bassa quota. Non si placa dunque nel Mezzogiorno l’ondata di maltempo che ha visto la neve anche sulle Eolie e, ieri sera, la tragedia dei tre giovani di Acireale travolti da un’onda a bordo della loro auto.

Al Nord e sulle regioni centrali tirreniche, invece, il tempo sarà bello con temperature in sensibile aumento. Anche a Roma, dove le scuole sono aperte malgrado i forti danni causati dal vento, che nella giornata di sabato ha fatto 4 vittime nel Lazio e anche stamattina ha causato la caduta di un albero in Viale Mazzini che ha ferito tre persone. Poi, da martedì fino almeno a giovedì, il tempo andrà decisamente migliorando anche al Centro-Sud, dove le temperature riprenderanno a salire.

Le temperature risulteranno particolarmente miti al Nord e sulla Toscana: in queste zone, tra martedì e giovedì, si potranno addirittura toccare i 20 gradi. Sulle Alpi lo zero termico salirà ulteriormente portandosi oltre 3.000 metri. Venerdì possibile peggioramento al Centro-Nord per l’arrivo di una perturbazione nord-atlantica che potrebbe riportare nuvole e piogge soprattutto sul Nord-Est e nelle regioni centrali. Sabato la perturbazione tenderà a scivolare sul Sud,
accompagnata da un calo delle temperature e da un nuovo rinforzo dei venti settentrionali.

Lunedì

Prevalenza di cielo sereno o poco nuvoloso al Nord, regioni centrali tirreniche e Sardegna. Nel resto del Paese condizioni di variabilità con alternanza di schiarite e di annuvolamenti. Nel pomeriggio, temporaneo peggioramento del tempo su Abruzzo, Molise, Sud e Sicilia con alcune precipitazioni sparse, nevose fino a quote collinari, anche fin verso i 300-400 metri tra Basilicata e Irpinia. In serata i fenomeni si localizzeranno sulla Sicilia, mentre sul medio Adriatico e al Sud si avrà un rapido miglioramento. Nella notte il tempo migliorerà anche in Sicilia. Temperature massime quasi ovunque in rialzo, specie al Centro-Nord e in Sardegna. Venti moderati o localmente forti settentrionali al Centro-Sud, dove i mari restano mossi o molto mossi.

Martedì

Giornata nel complesso tranquilla dal punto di vista meteorologico, ma ancora ventosa sul medio e basso adriatico, al Sud e in Sicilia dove soffierà il Maestrale, anche forte tra il basso Adriatico e l’alto Ionio. Il tempo sarà abbastanza soleggiato un po’ ovunque, con soltanto il passaggio di qualche modesta velatura, specie nelle regioni di Nord-Est e su quelle centrali. Temperature minime in lieve calo al Sud e in Sicilia, in lieve rialzo al Nord. Massime in aumento, anche di 5-6 gradi al Nord e sulla Toscana, dove si potranno raggiungere i 20 gradi.

Mercoledì

Qualche annuvolamento significativo con piogge soltanto occasionali tra la Calabria meridionale e il nordest della Sicilia. Nel resto d’Italia giornata ben soleggiata con qualche sottile velatura al Centro-Nord e locali annuvolamenti sull’Appennino meridionale. All’alba non sono esclusi locali banchi di nebbia sulla pianura padana centrale. Temperature in aumento sul versante tirrenico e nelle due isole maggiori: nelle regioni settentrionali, in Sardegna, Toscana, Umbria e Lazio si potranno nuovamente toccare i 20 gradi. Ancora un po’ di freddo e un po’ di vento da nord al Sud.

 




SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml