IL NUOVO Codice della Nautica, approvato dal Consiglio dei Ministri, ha introdotto una importante ricorrenza annuale: in Italia l’11 aprile si festeggia la Giornata del Mare. Promossa presso gli Istituti di ogni ordine e grado, l’obiettivo di questa iniziativa è l’insegnamento della cultura marinara attraverso progetti formativi con le Capitanerie di porto, il Comitato Olimpico Nazionale Italiano, la Lega Navale Italiana e la Federazione Italiana Vela. Quindi informare, sensibilizzare, responsabilizzare noi stessi ma soprattutto i giovani sulla “qualità” del mari e sulle acque che tengono in vita il nostro pianeta.

Una sfida di divulgazione che ha colto la Fondazione Sorrento in collaborazione con il Comune di Sorrento accogliendo una tappa del progetto “Salva-Acque”, un’iniziativa fatta attraverso i più autorevoli conoscitori del mare che vogliono trasmettere il loro sapere ai giovani. Sarà il recordman mondiale di immersione in apnea Gianluca Genoni il testimonial d’onore di questa tappa che si terrà nella città costiera della Campania lunedì 6 maggio. L’evento si rifà proprio agli scopi indicati dalla Giornata del Mare: fare educazione eco-ambientale usando una formula itinerante che si rivolge soprattutto agli studenti e ai docenti scolastici: potranno ascoltare gli straordinari racconti del campione delle profondità marine, guardare video e immagini subacquee uniche, potranno fare domande e anche condividere le proprie esperienze in favore del mare.

Gianluca Genoni, tra i protagonisti che si adoperano da anni per la salvaguardia del mare, ne è certo: “Ho accettato con entusiasmo di portare la mia testimonianza all’evento di Sorrento, perché ne condivido in pieno i principi. Conservare e preservare i mari per le generazioni future è un dovere per tutte le persone con senso civico. Una missione che non va mai dimenticata. Molto è stato fatto, ma ancora moltissimo resta da fare per sensibilizzare l’opinione pubblica verso le acque, anche quelle che servono al fabbisogno quotidiano, in modo che sia più sane, sicura e accessibili a tutti. Servono azioni concrete per il mare, per ripulirlo e per risanarlo. Servono interventi strutturati e attuati in tempi brevi. E dobbiamo fare perno sulla bellezza del mare che ancora c’è e resiste. Nonostante la grave contaminazione a livello globale, i fondali sono ancora ricchi di vita e questo fa ben sperare, forse siamo ancora in tempo a salvarlo e a salvarci”.

In questa come nelle successive tappe del progetto Salva-acque, si avvicenderanno perciò recordmen di sport acquatici, campioni internazionali di fotografia subacquea e divulgatori scientifici, dando vita a un dibattito con il pubblico che si basa molto anche sulle emozionanti immagini fotografiche d’autore e su video sorprendenti: tutti potranno condividere quanto sperimentato in prima persona da chi ha dedicato la vita alle profondità marine, alla loro tutela e valorizzazione.


L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/ambiente/rss2.0.xml