ROMA –  Quasi 100 falsi certificati o autocertificazioni ad attestare vaccinazioni sui bambini che non erano mai state fatte: altrettanti i genitori denunciati in tutta Italia per aver cercato di sfuggire alla riforma sui vaccini obbligatori in età scolastica.  Ad annunciarlo sono i carabinieri del Nas, che a settembre hanno svolto un monitoraggio nazionale. Hanno controllato 1.493 scuole in Italia, e 55.750 tra certificati e autocertificazioni presentati dai genitori: 96 i casi di false attestazioni, per cui i responsabili sono stati denunciati per falso ideologico commesso da privato in atto pubblico.
 
I Nas hanno fornito il bilancio di un anno di attività: ottanta arresti, sanzioni per oltre 20 milioni di euro e 24.000 tonnellate di prodotti sequestrati in oltre 51.000 controlli. “Grazie ai nostri carabinieri – ha detto la ministra della Salute, Giulia Grillo – più sicurezza nei cibi e nell’assistenza sanitaria, assistenziale e farmaceutica”. Nel corso degli interventi, ha spiegato il generale Adelmo Lusi, comandante dei Nas, sono emerse “13.555 situazioni non regolamentari, pari al 26% degli obiettivi controllati”.
 

La Repubblica si fonda sui lettori come te, che ogni mattina ci comprano in edicola, guardano il sito o si abbonano a Rep:. È con il vostro contributo che ogni giorno facciamo sentire più forte la voce del giornalismo e la voce di Repubblica.

Mario Calabresi
Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml