Viaggio nella cultura greca nella giornata mondiale dedicata ai classici


Viaggio nella cultura greca nella giornata mondiale dedicata ai classici

Domani e sabato, 8 e 9 febbraio, in tutta Italia le celebrazioni nell’anniversario della morte del poeta Dionysos Solomòs

ROMA. Kostas Charitos cerca negli scritti greci le parole antiche che arrivano da lontano, ma che sono così vicine. Kostas è l’anima letteraria di Petros Markaris, lo scrittore che sarà ospite d’onore all’università Roma 3 per celebrare la giornata mondiale della lingua greca. Il viaggio delle idee è il tema stabilito. Ovvero quanto ci è rimasto e cosa ci può fare da compagno di vita fra gli ideali della civiltà greca.
Sabato 9 febbraio in tutta Italia, nelle iniziative che aderiscono alla Giornata Mondiale della Lingua Greca proclamata dalla Repubblica Ellenica nel 2016, si cercherà di rispondere a questa domanda. La data dell’appuntamento è l’anniversario della morte del poeta Dionysos Solomòs, scomparso il 9 febbraio 1857, autore tra l’altro dell’ “Inno alla Libertà”, le cui strofe iniziali ritornano nell’Inno Nazionale Greco.
          Tanti gli appuntamenti nelle università o nei singoli licei, a cominciare dal Tommaso Gargallo di Siracusa, il Cairoli di Varese e il liceo De Castro di Oristano e molti altri (le adesioni sono aggiornate anche su Facebook nel sito della giornata).
A Milano la Società Filellenica sarà il motore delle “Lodi della lingua greca” (alle 18 alla Biblioteca Sormani, Sala del Grechetto, in via Francesco Sforza 7). A Roma l’università degli studi Roma Tre – dipartimento di studi umanistici –  in collaborazione con le istituzioni locali, l’ambasciata di Grecia e diversi licei del territorio presenta una lunga mattinata densa di iniziative dal titolo “Kosmos, Techne, Mimesis”. Oltre alla presenza di numerosi docenti, come Mario De Nonno, Giuseppe Zanetto e Giorgio Ieranò, l’ospite d’onore sarà Petros Markaris il creatore dell’ispettore Kostas Charitos. «Oggi si sente la necessità di ‘ripensare l’Europa’ come espressione di una cultura globale. E lo studio della lingua greca antica e moderna è uno strumento di educazione comunitaria. Lo scopo di questa Giornata è quello di promuovere lo studio della lingua greca, per intraprendere un percorso che possa coinvolgere settori antichi e moderni”, spiega Adele-Teresa Cozzoli, docente di Letteratura greca all’ateneo di Roma 3, organizzatrice della manifestazione insieme a Alexia Latini ed Emeri Farinetti.  
Ancora a Roma nell’Aula Magna della Facoltà di Economia della “Sapienza”, un gruppo di studenti dei licei classici di Roma e del Lazio si riunirà domani per celebrare la Giornata Mondiale.
A Napoli  l’appuntamento è nella Sala dei Baroni di Castel Nuovo/Maschio Angioino l’8 e il 9 febbraio con la partecipazione di 40 scuole – ognuna si presenterà con una sua creazione – e l’intervento del presidente della Camera Roberto Fico.







SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml