Nelle ore calde della possibile cessione della Sampdoria al fondo americano York Capital Management, gli uomini simbolo dello scudetto blucerchiato della stagione 1990/1991 si sono ritrovati per rinverdire i fasti di quella che fu la squadra dei miracoli di Vujadin Boskov.

A pubblicare la foto della reunion è stato Roberto Mancini, attuale commissario tecnico della Nazionale italiana e punta di diamante di quel club che in poco più di un anno riuscì a portare a casa l’alloro nazionale e arrivò a sfiorare una storica vittoria in Coppa dei Campioni. Capocannoniere di quella stagione perfetta fu Gianluca Vialli, da poco rientrato sulle scene dopo la battaglia a lietofine contro un tumore al pancreas e fresco vincitore del premio “Il Bello del Calcio”, organizzato dalla Gazzetta dello Sport in ricordo di Giacinto Facchetti.

E proprio la consegna del premio è stata l’occasione per la rimpatriata, che ha riunito attorno allo stesso tavolo, oltre a Vialli e Mancini, anche Vierchowod, Pagliuca, Bonetti, Lombardo – autore di un altro scatto, che ritrae il gruppo a cena – Salsano, Pari, Mannini e Cerezo.

Le foto sui social sono immediatamente diventate lo scenario di un altro raduno, quello dei nostalgi della grande Sampd’oro, che si sono stretti attorno ai propri idoli, condividendo aneddoti e ricordando la figura di Boskov, scomparso nel 2014 all’età di 82 anni.






SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/sport/serie-b/rss2.0.xml