Violentata in treno a quindici  anni, aggredita mentre andava a scuola da sei compagni di classe l’hanno drogata per abusare di lei senza rischi, senza che potesse reagire. Abbandonandola poi svenuta nello scompartimento.

Sono passati quasi 13 anni da quella mattina da incubo sul treno per Morbegno, Sondrio, dove studiava al liceo artistico Ferrari,  ma solo ora Sophia Zaccaron, attrice di 28 anni che ha partecipato a The Pope,  ha trovato la forza di raccontare pubblicamente  in un video su you tube quello che ha segnato la sua vita, gli anni di sedute dallo psicologo che ci sono voluti per cercare di elaborare l’indicibile.

“All’inizio mi vergognano molto , non riuscivo a dirlo a nessuno, dopo qualche anno sono riuscita ad aprirmi, a dirlo ad amici parenti”.  Ma la reazione a volte è stata una nuova ferita visto che alla notizia dello stupro le hanno chiesto: Ma che ci facevi a quell’ora, ma come eri vestita?”, quasi a cercare nel suo abbigliamento l’attenuante di quella violenza, quasi che, ancora una volta, l’idea di fondo davanti ad uno stupro sia che è la vittima ad aver provocato l’aggressione.

Gli anni passano ma la visione della donna adescatrice, tentatrice continua inesorabile a segnare le vittime. spesso non credute, e che  requentemente finiscono per non denunciare. Troppo il timore di ritrovarsi loro sotto processo, sotto accusa la loro vita, i loro comportamenti.  E infatti Sophia non ha denunciato. Solo ora ha trovato la forza di una denuncia pubblica. Per aiutare le altre.

“La violenza purtroppo non ha sesso, età, non ha colore né confini: Per questo dobbiamo essere  forti e autonomi, perchè essere  dipendenti da qualcuno lo porterà ad avere smepre voce in capèitolo, a decidere per noi, Dobbiamo credere in noi stessi, avere fiducia perché valiamo e abbiamo dei diritti, come ogni individuo. Spero che questo video possa essere realmente di aiuto a tutte le persone che, come me, hanno subito violenza. Occorre divulgare questo messaggio per uscire allo scopero ed evitare di chiudersi nella paura”.
 


L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/cronaca/rss2.0.xml

Caffeshop