MILANOWeWorld Onlus  e GVC (Gruppo di volontariato civile) hanno deciso di dar vita ad un soggetto unico per accrescere l’impatto nei confronti dei beneficiari. WeWorld è stata fondata a Milano nel 1999 e attiva in Italia e in altri 7 Paesi del Mondo per sostenere e proteggere donne e bambini; GVC è una Ong costituita a Bologna nel 1971 e impegnata in Italia e in oltre 20 Paesi nel Mondo nell’ambito della cooperazione allo sviluppo e dell’aiuto umanitario. Un’unione voluta e realizzata per ottimizzare i risultati nei programmi dedicati per l’85% a bambini/e e donne. Assieme lavoreranno in 29 Paesi, con 128 progetti, raggiungendo oltre 2,4 milioni di beneficiari diretti e 12,3 milioni di beneficiari indiretti.
 
Emergenze e progetti di sviluppo. L’operazione mira a consolidare gli interventi in emergenza, con un supporto a tutti i livelli nel superamento della crisi; ad incrementare i progetti di cooperazione allo sviluppo, in Italia e nel Mondo; a continuare ad affidarsi al sostegno a distanza per garantire un’educazione inclusiva e di qualità a migliaia di bambini e bambine e a rafforzare la voce verso l’esterno, attraverso la creazione di un soggetto che si ponga come interlocutore unico per le Istituzioni e per tutti i protagonisti della cooperazione internazionale. I progetti di WeWorld, in Italia e nel Mondo, sono finalizzati a proteggere donne, bambini e bambine, ad assicurare loro il diritto all’istruzione, accrescere la loro partecipazione, promuovere la parità di genere, e contrastare il fenomeno della violenza sulle donne. GVC si occupa della realizzazione di progetti nell’ambito della cooperazione allo sviluppo, dell’aiuto umanitario, del volontariato internazionale e dell’educazione alla cittadinanza globale, spesso in collaborazione con istituzioni italiane ed europee, con Agenzie nazionali e del sistema delle Nazioni Unite.
 
La governance. Alla guida di WeWorld-GVC Onlus una governance in continuità con il passato, con Marco Chiesara che resta Presidente e Dina Taddia – da GVC – come nuova Consigliera Delegata; entrambi entrano a far parte di un Consiglio di Amministrazione composto da 8 membri, uniti per perseguire la mission dell’organizzazione: aiutare le persone a superare l’emergenza e garantire una vita degna, opportunità e futuro attraverso programmi di sviluppo umano ed economico.

L’approfondimento quotidiano lo trovi su Rep: editoriali, analisi, interviste e reportage.
La selezione dei migliori articoli di Repubblica da leggere e ascoltare.

Rep Saperne di più è una tua scelta

Sostieni il giornalismo!
Abbonati a Repubblica


SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/solidarieta/rss2.0.xml