PRESTO non sarà più necessario aprire WhatsApp per visualizzare foto e video. Sarà infatti possibile, come ha scoperto il solito WABetainfo, vedere questo genere di contenuti all’interno delle notifiche di anteprima che l’app di messaggistica manda al sistema operativo. Non solo, dunque, i messaggi di testo – com’è già possibile – ma anche tutto il resto. Per velocizzare la fase di consultazione e risposta, usando la piattaforma in modo molto più rapido.

La comunità degli utenti che hanno accesso anticipato alle versioni di WhatsApp non ancora distribuite al grande pubblico ha avvistato questa possibilità nella release beta per iOS. Dunque potrebbe arrivare a breve su iPhone e più tardi su Android. In sostanza, quando un contatto invierà un contenuto multimediale, nella notifica che arriverà sullo smartphone apparirà direttamente quel contenuto. Nessun bisogno di lanciare l’applicazione. Un ottimo modo per gestire meglio il proprio flusso di messaggi in entrata, magari per capire meglio a chi rispondere e chi ignorare, ma anche un elemento di possibile imbarazzo, qualora si fosse in compagnia o il telefono fosse nelle mani di qualcun altro e arrivassero contenuti che si desidererebbe tenere riservati. Probabile, infatti, che l’opzione sarà disattivabile.

Nel frattempo, sempre nella versione beta per iOS, è stata individuata un’altra piccola ma utile novità. Vale a dire la possibilità di lanciare una chiamata audio o anche video di gruppo con alcuni membri di un gruppo semplicemente premendo un bottone presente all’interno delle conversazioni collettive. Al momento, infatti, occorre lanciare una videochiamata con un singolo utente e aggiungerne successivamente altri. Cliccando sul pulsante si apre invece l’elenco dei partecipanti fra cui si possono selezionare quelli con cui si intende chiamarsi in audio o video.


Noi non siamo un partito, non cerchiamo consenso, non riceviamo finanziamenti pubblici, ma stiamo in piedi grazie ai lettori che ogni mattina ci comprano in edicola, guardano il nostro sito o si abbonano a Rep:.
Se vi interessa continuare ad ascoltare un’altra campana, magari imperfetta e certi giorni irritante, continuate a farlo con convinzione.

Mario Calabresi
Sostieni il giornalismo
Abbonati a Repubblica




SITO UFFICIALE: http://www.repubblica.it/rss/tecnologia/rss2.0.xml